ALENIA AERMACCHI

Il settore aeronautico di Finmeccanica è guidato da Alenia Aermacchi, la maggiore industria aeronautica italiana, attiva nella progettazione, sviluppo, produzione, manutenzione e revisione di veli¬voli civili e militari, di velivoli non pilotati, velivoli da addestramento militare e aerostrutture. Alenia Aermacchi, insieme alle proprie società controllate e partecipate, impiega oltre 11.000 dipendenti. La società ha attivato una vasta rete di joint venture e partnership di prodotto e di programma quali SCAC con la russa Sukhoi per la realizza¬zione del Sukhoi Superjet 100, nuova famiglia di velivoli regionali jet da 75-100 posti; Eurofighter, con la britannica BAE Systems e con la tedesca-spagnola Cassidian, per la realizzazione del velivolo supersonico bimotore Eurofighter Typhoon; ATR con EADS per la realiz¬zazione dei velivoli regionali a turboelica. Alenia Aermacchi è inoltre responsabile dello sviluppo delle versioni speciali dell’ATR da pattugliamento marittimo e per la lotta antisommergibile. Alenia Aermacchi partecipa poi come partner strategico di Boeing alla progettazione e produzione dello stabilizzatore orizzontale e della sezione centrale e centro-posteriore della fusoliera del nuovo 787 Dreamliner. L’Azienda, con la leadership nel programma Green Regional Aircraft, riveste inoltre un importante ruolo nel programma Clean Sky JTI (JTI - Joint Technology Initiative), progetto promosso dalla Commissione Europea per studiare la configurazione degli aerei commerciali del futuro, con un focus sulla eco-compatibilità, sul miglioramento dell’efficienza energetica e sulla riduzione dell’impatto acustico. Al centro dell’interesse e degli investimenti in ri¬cerca e sviluppo di Alenia Aermacchi vi è anche il settore degli UAV (Unmanned Aerial Vehicle): la società ha già realizzato infatti piattaforme non pilotate sviluppate specificatamente come dimostratori di tecniche e tecnologie innovative e partecipa a programmi di collaborazione internazionale.